Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

A Maggio cambio vita. Anzi no, casa!


Sonia Rondini - 5 Maggio 2020 - 0 comments

Maggio è da sempre un mese che amo. Stimola in me tanti buoni propositi più di Capodanno e risveglia un forte desiderio di cambiamento.

In questo giorni di #iorestoacasa (anche perché altrove non puoi andare), ho immaginato di stravolgere il mio appartamento di Roma cercando ispirazione online tra le milioni di foto caricate su #instagram.

Un glamour molto pop senza che sia kitsch per intenderci è quello che cerco.

Alla fine, credo di aver trovato il mood e il mio modello di riferimento e di partenza: Il Paradiso Art Hotel di Ibiza.

Un mondo pop, iper divertente in cui poter trascorrere gran parte delle mie giornate all’insegna della leggerezza.

Arredato in stile anni ‘70, le camere si caratterizzano per i colori vivaci. A realizzare questo piccolo gioiellino ibizenco, lo studio italo-spagnolo Ilmiodesignche ha dato all’hotel di Ibiza un’estetica del tutto peculiare, fatta di geometrie sinuose e sfumature candy, a metà tra il Modernismo di Miami (MiMo) e il Gruppo Memphis. Del resto non è la prima volta che il duo creativo de Ilmiodesign si diverte a mischiare le carte, con un approccio esuberante ed enfatico che a Ibiza pare aver trovato la sua cornice ideale” (Elle Decor).

Questo gioiellino alberghiero ha ispirato i miei futuri lavori in casa.

Partiamo dagli interni.

A dominare tutti gli ambienti sarà il colore rosa (cucina, salotto, camera da letto e bagno). In contrasto il pavimento che richiamerà le tonalità dell’azzurro cielo con delle piastrelle esagonali effetto piscina.

Rosa anche il bagno in stile vintage che si caratterizza per la mia selezione di prodotti, accessori decorativi e materiali.

Mi immagino lastre di acrilico colorate per la doccia, barre di neon colorati per l’illuminazione, ceramica per i sanitari (rigorosamente rosa), legno e pietra per il lavandino.

Fondamentale, poi, la rubinetteria bagno che deve essere raffinata e semplice, frutto di equilibrio perfetto tra design e funzionalità.

Perfetta la linea di Grohe che si ispira al minimalismo e all’architettura moderna, combinando forme geometriche ardite con la tecnologia più avanzata.

A caratterizzare la Pink House sarà una biblioteca fornitissima di volumi d’arte e design perché di arte e di cose belle bisogna leggere e circondarsi (più delle persone).

Tra i titoli di libri vi consiglio quelli selezionati da grafigata.it:

● Da cosa nasce cosa: Bruno Munari

● Critica portatile al visual design – Riccardo Falcinelli

● Segni e simboli – Adrian Frutiger

● Fantasia – Bruno Munari

● Il canone Vignelli – Massimo Vignelli

● Bob Noorda Design – Bob Noorda

● Super graphic: a visual guide to the comic book universe – Tim Leong

Diverse le integrazioni comunque che farei al modello Paradiso di Ibiza. Ad iniziare dalla carta da parati.

Stravedo per i motivi floreali dai colori accesi che potrebbero caratterizzare la parete alle spalle del letto.

La stessa vivacità dei fiori la vorrei ricreare poi in esterno riempiendo il terrazzo di piante e bouganville, il fiore che più amo e che più di ogni altra cosa rappresenta per me l’estate.

Mi fa pensare alla Grecia, al mare, cose così. Non so cosa uscirà fuori concretamente da tutte queste idee che ho messo giù, ma di sicuro sarà una casa d’artista. La casa giusta per me.

Credit Photo: nosprecare.it