Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Morgan al cenacolo estivo di Artom


Elena Parmegiani - 7 Agosto 2019 - 0 comments

Cenacolo di Arturo Artom nel gazebo dell’Hotel Bulgari a Milano. Tanti i personaggi attovagliati tra cui Claudio Brachino che ha parlato del suo passato da autore teatrale con Edoardo De Filippo, cosa sconosciuta ai più.

Con lui la moglie Barbara Benedettelli, scrittrice, che ha illustrato il suo impegno per le vittime della strada e per il “maschicidio”, Alessandra Repini ha parlato del suo portale YouDonate mentre Michela Proietti e Federico Novella hanno raccontato la loro esperienza di giornalisti.

Alla fine é arrivato Morgan, genio e sregolatezza, ma meglio avere una testa come la sua che non averla. Scrive la grande Michela Proietti per Corriere.it : «David Bowie mi piaceva molto più da vivo che da morto. Oggi penso a lui e provo nostalgia e a volte tristezza, invece quasi tutti hanno il piacere di beatificare un artista solo dopo che non c’è più, chissà se mi accadrà lo stesso» ha detto Morgan, alias Marco Castoldi, ex leader dei Bluevertigo ed ex giudice di X Factor, che è intervenuto al Cenacolo Artom, format che raduna intellettuali, imprenditori e personaggi del mondo dello spettacolo intorno a un tavolo, parlando ancora una volta dello sfratto esecutivo dalla sua casa di Monza.

Davanti agli altri ospiti , tra cui il filosofo della scienza Giulio Giorello , il direttore di Videonews Claudio Brachino e l’artista Velasco Vitali, ha confessato l’amarezza per aver dovuto abbandonare la abitazione. «Non era una casa come tante, era il mio museo».

Morgan si è seduto intorno al tavolo think-tank parlando anche del suo lavoro. «Ogni artista pop come me, nel senso uno dei quelli che sta nel mercato, va in televisione non si rinchiude in una torre segreta, è curioso di allargare il suo sapere specifico, che nel mio caso è la musica».

A tal proposito Morgan ha detto che sta lavorando a una piattaforma («purtroppo è un termine banale») che unisce oltre alla musica anche altre sue passioni come il teatro e la grafica. «Scrivo la musica e insieme ci metto altri contenuti come video, racconti e contenuti multimediali : sapete perché da 10 anni non esco con un disco? Il materiale che ho è talmente articolato che non posso pensare a qualcosa che contiene solo 10 tracce. Ma i produttori non capiscono, per loro esistono ancora le canzoni, roba vecchia e io passo come quello che fa le cose con l’iPad. Non mi comprendono». 

Un prezioso braccialetto come regalo alle signore da Davide Bertellini, fondatore del marchio Crystal Couture. La cena é stata “inondata” dal prosecco Casanova grazie a Carlo Parodi che ha anche parlato della prima mostra al mondo dedicata al seduttore per antonomasia. Il tutto si é concluso a tarda notte dopo una raffinata cena light

Related posts