Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Da Selfridges l’arte è accessibile a tutti


Elena Parmegiani - 1 Marzo 2019 - 0 comments

Il grande magazzino londinese Selfridges, con le sue molte vetrine su Oxford Street, sta introducendo un temporary art store nel quale vende pezzi unici, edizioni limitate e merchandise per cifre che vanno da un minimo di una sterlina e novantacinque per un matita a duecentocinquantamila sterline per una scultura di Douglas Gordon. Una delle vetrine è stata consegnata ai nove artisti incaricati di creare opere per le nuove stazioni della linea Crossrail di Londra tra cui Chantal Joffe, Yayoi Kusama e Darren Almond. Alcuni artisti hanno creato spin-off dei loro progetti per le Crossrail, mentre altri hanno donato pezzi in edizione limitata.  Contrariamente alla solita pratica delle gallerie, Selfridges ha insistito sul fatto che tutti i prezzi siano esposti in negozio. Emma Kidd, direttrice creativa di Selfridges, afferma che il programma “punta a rendere l’arte più accessibile, familiare e divertente pur nel rispetto della sua integrità“.

Related posts