Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Ecletta: l’arte del bello e del ben fatto nelle creazioni di Giulia Venturi


fashion - 25 Settembre 2019 - 0 comments

Ecletta: creazioni handmade prodotte da artigiani toscani con peculiari lavorazioni manuali: un richiamo al passato della tradizione italiana reinterpretato da un’anima contemporanea.

Ecletta, progetto nato dalla passione di Giulia Venturi per il fatto a mano, presenta al pubblico la sua collezione di borse ed accessori realizzati con pelli ricercate e texture di pregio. Tutte le materie prime scelte sono il frutto di un’accurata ricerca nel rispetto della filiera produttiva ed ambientale.

Fibbie che rappresentano scarabei. Alligatori e serpenti diventano chiusure in ottone brunite, smaltate o lucide accanto alle borchie coniche in oro e manici in bambù dal sapore rétro. Pelli pregiate e stampate sono le caratteristiche fondamentali delle collezioni Ecletta

Dalla versione in pelle double, in vernice o laminata con il retro in nappa, alle pochette ideate con la tecnica a “scaglie”, che crea un susseguirsi di pieghe sino a formare un movimento continuo mettendo in evidenza i giochi plissé completamente artigianali.

Per le pochette dal taglio geometrico, ecco pelli intagliate e all-over printed che richiamano il cocco, i lizard ed i pitoni per un’allure esotica. L’animalier è un segno distintivo di Ecletta, sempre nella variante leo, zebrata e muccata. La livrea di pitone centrale, tamponata e decolorata a mano, è un altro dei pilastri del marchio made in Italy.

Il nome Ecletta nasce dal mio percorso di vita, ho sempre creduto che ogni cosa non accade mai per caso e che le contaminazioni siano determinanti per essere unici, ovvero ”eclettici”. Dalla laurea in Agraria all’amore per l’arte e la musica, ho scoperto la mia passione per il fatto a mano, per  le tradizioni e ho deciso di disegnare e creare accessori per unire la mia anima pop alla passione per il fascino rétro ”, spiega la fondatrice di Ecletta Giulia Venturi.