È un’esperienza unica, che dona emozioni e sensazioni senza paragoni, il “Volo dell’Angelo” è un sogno che può essere vissuto in una terra meravigliosa: la Basilicata. Giunto alla dodicesima edizione, il Volo dell’Angelo, unico impianto italiano a moto inerziale tra Castelmezzano e Pietrapertosa, consente di realizzare uno dei sogni più antichi dell’uomo: riuscire a volare. Da Archita a Leonardo fino a Franz Reichelt, il così detto “sarto volante”, l’uomo è sempre stato fortemente affascinato dal volo, dall’idea di volare. Questo impulso, questo desiderio che ha accomunato filosofi, scienziati e inventori è stato generato principalmente dalla volontà di provare un’ebbrezza adrenalinica, un’esperienza a tratti metafisica, e anche dalla voglia di facilitare la vita dell’uomo, gli spostamenti. Il Volo dell’Angelo consente di vivere un’esperienza indimenticabile, di volare come gli uccelli, librarsi nell’aria, sfiorando le nuvole e ammirando dall’alto i paesi di Castelmazzo e Pietrapertosa, entrambi inseriti nell’elenco dei borghi più belli d’Italia. Paesi che, in questi ultimi mesi, sono stati scenari per iniziative di successo, una tra tutte le riprese di uno spot Toyota per la promozione dei giochi olimpici di Tokyo 2020. Intorno è possibile ammirare una scenografia naturale davvero spettacolare: una parete di guglie e picchi, tra le Dolomiti Lucane, le rocce erose dagli agenti atmosferici, vette altezzose dalle forme più fantasiose (l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta) e il verde del Parco di Gallipoli Cognato. L’incredibile esperienza del volo è alla portata di tutte grazie all’attrattore che, anche quest’anno, permette di provare, singolarmente o in coppia, le due tratte di pura emozione. Può essere anche l’occasione per festeggiare la migliore amica, regalandole magari un addio al nubilato alternativo e indimenticabile. Questa, si sa, è la stagione dei matrimoni… quale migliore pensiero in vista del grande giorno? 

Ovviamente possono vivere questa esperienza da brivido anche due fidanzati, genitori e figli; l’importante è non superare il peso complessivo di 150 chili (la differenza di peso tra le persone che volano in due non deve superare i 40 Kg). Per i bambini che si librano in aria insieme a mamma o papà l’età minima consentita è di 12 anni.

Info: www.volodellangelo.com