Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

èstile presenta Alchimie in Bianco e Nero


Sonia Rondini - 29 gennaio 2015 - 0 comments

In occasione dell’edizione invernale di AltaRoma, èStile presenta “Alchimie in Bianco e Nero”. Con questo evento, il concept store di interior design e punto di riferimento per i cool hunter della capitale èStile, si fa promotore della moda attraverso l’arte animando entrambe con una performance che ne ibrida lo spazio, trasformandolo in factory e laboratorio d’artista. Quattro performer, indossando le creazioni del brand Superology, svolgono un’analisi per gesti e immagini sull’universo del bianco e del nero immersi in un contesto di surreale quotidianità. Gli oggetti di design che appartengono alla vita di tutti i giorni, interpretati da Seletti per Diesel e contaminati dalle forme del mondo meccanico e dalle suggestioni dell’universo, arredano la nuova vita dell’uomo-macchina.

NEWSLETTER DIESEL_TR

La Capsule Collection Alchemy di Superology, ispirandosi al mondo dell’occulto, è il perfetto anello di congiunzione fra i binomi “bianco/nero”, “materia/idea”, “arte/design”. Alla sua collezione, suddivisa secondo i due passaggi alchemici di Nigredo (opera al nero) e Albedo (purificazione), hanno collaborato il Dj italiano ormai resident a Berlino Dubit e la pubblicitaria e Art Director Sarah Micol Grimaldi. Texturizzazioni materiche, dissolvenze e codici visivi segreti si alternano al minimalismo monocromatico del lettering e danno vita ad una collezione interamente Made in Italy, fatta di materiali pregiati e in edizione limitata.

superology-PRIMAVERA-2015

Un’opera di video-arte site specific, insieme agli oggetti di uso quotidiano, ai Toys e all’universo da sfogliare fra le pagine dei libri di èStile, spazio dalle molte anime che mixa la cultura d’oltreoceano a quella squisitamente europea nel cuore di Roma, completano l’allestimento di quella che diventa un’installazione: non più arte al museo o moda in vetrina, ma nuovi linguaggi espressivi per dar voce a creatività multiple. Il ristorante Angelina di Anna Lo Presti, luogo in cui nel cibo si trasferiscono le suggestioni visive di Roma, cura una selezione à la carte per i performer. Anche il food diventa design e il binomio bianco/nero si trasferisce sulla tavola con sorprendente maestria.

Angelina-Testaccio

Live perfomance di Federico Paris,artista poliedrico che sfrutta la molteplicità di esperienze in vari campi in un linguaggio trasversale, imperniato su una continua ricerca di techiche e materiali e concetti.

Federico-Paris

Che dire? A domani!