Mettersi in gioco, andare oltre i propri limiti fisici e mentali, sfidare se stessi, non avere timori se non quello di non riuscire a portare a termine l’obiettivo fissato. La meta stabilita non è banale: segnare il record mondiale di velocità sulla strada che attraversa il Canyon nella Valle del Dades in Marocco. Lo strumento per farlo: la macchina più bella del mondo, la Ferrari, e precisamente la 458 Italia con motore aspirato da oltre 600 cavalli. Il campione che si appresta a fare un’impresa tanto rischiosa, quanto ambiziosa, è il pilota romano Fabio Barone, che il 4 ottobre tenterà un nuovo record mondiale, il terzo della sua vita, sulla Dadès Gorge, una delle dieci strade più pericolose al mondo. Barone, l’impavido ed il temerario, che aveva già affrontato e portato a termine altri due primati mondiali: il primo sulla Transafagarasan, la strada più bella del mondo in Transilvania e l’altro sulla Tian Men Montain Road, la strada più pericolosa del mondo, in Cina e precisamente nella regione dell’ Hunan. In Marocco il pilota si troverà ad affrontare le estenuanti difficoltà ambientali e climatiche dovute dalla sabbia presente sull’asfalto ed anche dalla neve che metterà a dura prova le gomme e le sospensioni.Un percorso di otto chilometri impervio e selvaggio che sembra però non scoraggiare nè il driver, nè il suo team, nè i preparatori tecnici. L’impresa è stata presentata ieri a Cinecittà World, il parco divertimenti del cinema e della tv della Capitale, alla presenza di sua eccellenza l’ Ambasciatore del Marocco, Hassan Abouyoub, dell’amministratore delegato di Cinecittà, Stefano Cigarini, del preparatore Ferrari, Antonio Capristo, del team del pilota Fabio Barone capitanato da Alessandro Tedino, Domenico Leone, Giuliano Sabellico, Stefano Andreucci e Rodolfo Rodi, della Presidente dell’Asssociazione AIDE Nettuno, Anna Silvia Angelini, delle attrici Simona Borioni e Milena Miconi e dell’orafo Giovanni Pallotta. Ad allietare l’evento l’opera pop art dell’artista Fulber dedicata alla rossa più bella del mondo. In serata la manifestazione ha previsto un ottimo dinner a base di sushi, curato dal locale Moku di via Tiburtina, e l’esibizione di Barone sulla sua Ferrari 458 Italia, che ha scaldato gli animi di tutto il pubblico del parco divertimenti.