Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Yogafestival: suono, musica, vibrazione


Cecilia Morrico - 3 Novembre 2017 - 0 comments

Riconnettersi con il proprio suono interiore per ritrovare l’equilibrio fisico e psichico. Questa la missione della 12esima edizione dello Yogafestival a Milano dal 10 al 12 novembre. Per neofiti o esperti tre giorni per esplorare gli effetti che gli elementi vibratori hanno sul nostro equilibrio fisico, psichico, intimo e per insegnare a trovare quel personale suono interiore a cui la vita moderna lascia poco spazio. La disciplina riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità «può aiutare le persone a stare meglio con se stesse e quindi nel mondo», afferma Giulia Borioli, Presidente e fondatrice del festival. «Credo che lo Yoga – prosegue Borioli – possa essere uno strumento efficace e perfetto per i nostri tempi, per regalarci momenti di consapevolezza, equilibrio e benessere, convinti che la sua pratica possa davvero migliorare la nostra società».

YogaFestival (2)

Novità dell’edizione 2017 la nuova sede: la Fabbrica del Vapore in via Giulio Cesare Procaccini. Mentre il programma esplora tre filoni: Tradizione, i lignaggi più antichi della pratica; Innovazione, lo Yoga contemporaneo del Maestri del ‘900; Discovering, le contaminazioni, i nuovi approcci, le nuove modalità di insegnamento. Ospiti di rilievo internazionale, musicisti e performer proporranno momenti di studio, riflessione e soprattutto sessioni di pratica seguendo il filo conduttore dello Yoga del Suono, una delle tecniche delle quali lo Yoga dispone per raggiungere quell’integrazione armoniosa di corpo, mente e spirito che è alla base di questa disciplina. Tra gli ospiti esclusivi, invece, il carismatico Pedro Franco, dal Brasile, Raghunath Cappo, un tempo frontman della band hardcore Youth of Today, poi monaco hindu, e Gloria Lathan da Vancouver. Spazio anche all’olistico con centri e scuole che lavorano nel campo dell’Ayurveda e del riequilibrio ai quali sarà anche possibile chiedere trattamenti ayurvedici o riequilibranti, informazioni, consulti con gli esperti. Non mancano l’area bimbi, punti di ristoro vegan, e una piccola ma selezionata raccolta di Empori Yoga.

Related posts