Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Assolo: un film per l’autostima


Sonia Rondini - 6 gennaio 2016 - 0 comments

Mi sono regalata, complice il sostegno dei miei amici, un film italiano per il giorno dell’epifania. Quale? Assolo, il film di e con Laura Morante. La battuta di Nick, uno degli amici con cui sono andata oggi al cinema, racchiude il senso di quanto visto: avrebbero dovuto dirlo prima che era un film di psicologia da rivista tipo “Più sani e più belli” 🙂

Laura Morante Assolo

La storia? Quella di una single che dopo due matrimoni e due figli, una relazione con un uomo sposato, si scopre afflitta, a più da cinquant’anni da un’insicurezza patologica. Sarà l’affetto di un cane e il supporto di una psicologa a farla uscire dalla depressione in cui per anni si è trascinata volontariamente. Nel cast compaiono Gigio Alberti, Giovanni Anzaldo, Eugenia Costantini, Carolina Crescentini, Piera degli Esposti, Antonello Fassari, Angela Finocchiaro, Donatella Finocchiaro, Emanuela Grimalda, Francesco Pannofino, Filippo Tirabassi., Edoardo Pesce, Lamberto Wilson e Marco Giallini.

Assolo-Morante Finocchiaro

Con Assolo“, dichiara la regista e attrice, “tento di ricambiare da regista, almeno parzialmente, il dono che ho ricevuto come spettatrice da tante commedie di ieri e di oggi: l’emozione alleggerita dal sorriso, ridimensionata da un contesto che, anziché amplificarla, se ne fa teneramente gioco”. La trama, inesistente, ruota intorno a temi tutti femminili: una donna (Angela Finocchiaro) lasciata dopo anni dal marito per una donna più giovane, una donna (Carolina Crescentini) sposata ad un uomo più grande di lei di trent’anni, una donna (Emanuela Grimalda) che conquista l’ex marito di Laura Morante per la sua libertà sessuale, una donna (Laura Morante) che non riesce a lasciarsi andare e a farsi rispettare. Il film è nel complesso divertente grazie anche alle battute di Marco Giallini che cerca di conquistare Laura Morante in modo non proprio romantico. Una su tutte: una mano lava l’altra e tutt’e due lavano il viso… Anche tu, non è che stai messa benissimo…

Immagine anteprima YouTube

Il film è incentrato sulla solitudine delle donne e sulla necessità di amarsi per poter essere amate anche dagli altri. In fin dei conti la donna perfetta non esiste (per fortuna) e tutte quelle donne di cui Laura Morante parla nel film siamo noi, con le nostre paure, le nostre insicurezze e con quella voglia pazzesca di sapere che laggiù, da qualche parte, c’è qualcuno che è disposto ad amarci così come siamo.

morante-film Assolo

 

 

Related posts