Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

AW LAB presenta “Perfetta” per un modello di femminilità consapevole


Sonia Rondini - 15 Marzo 2021 - 0 comments

AW LAB lancia un nuovo progetto volto a supportare le ragazze nella crescita personale verso un nuovo modello di femminilità consapevole, lontana dagli stereotipi di genere.

“Perfetta” propone un calendario mensile di approfondimenti su tematiche specifiche che verrà sviluppato e condiviso da una squadra formidabile, composta da creativi, artisti e opinion leader delle nuove generazioni.

Il primo appuntamento, che avrà inizio a marzo, è intitolato “Dolls Parts, una questione di body positivity” e avrà come protagonista l’artista Chadia Rodriguez che da sempre sostiene e stimola le ragazze a trovare il coraggio di esprimersi ed essere se stesse.

Chadia affronta spesso temi riguardanti l’universo femminile, il suo nuovo singolo “Donne che odiano le donne” prosegue un lavoro composito di brani che affrontano body shaming, cyber bullismo e, in questo caso, la necessità della solidarietà di genere.

Ogni mese i temi verranno affrontati attraverso il video di un talent, una fase di ascolto in rete per raccogliere punti di vista e contributi di riflessione, le storie di chi vorrà dare un contributo alla discussione e alla comprensione comune. A questa seguirà il suggerimento di esercizi settimanali per consentire alle ragazze di lavorare in prima persona sugli argomenti trattati e una fase di reward con la selezione di una partecipante che sarà intervistata e resa protagonista del mese di lavoro insieme.

“Perfetta è molto di più di un progetto di comunicazione, è l’essenza stessa del nostra DNA. Perfetta rappresenta un punto di incontro per le ragazze, un luogo dove raccontarsi. Perfetta nasce da un’esigenza autentica, il desiderio di essere ascoltati, capiti senza essere giudicati. È un dialogo tra pari, dove ciascuno può mettere in campo la propria esperienza per aiutare gli altri a superare i propri limiti e paure, piccole o grandi che siano”. Antonio Marrari _ Head of Marketing

Related posts