Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Il fascino indiscreto dell’uomo con le bretelle


Sonia Rondini - 11 Febbraio 2016 - 0 comments

Chi l’avrebbe mai detto, ma anche io ho ceduto al fascino dell’uomo con le bretelle. La tipologia di uomo più lontana da me, il mio opposto in tutti i sensi (basta solo vedere i miei capelli), mi ha letteralmente conquistata, colpita e affondata. Il risultato? Mi ritrovo di nuovo qui a scrivere, dopo anni, una rubrica dedicata a tutti quegli uomini che, entrati casualmente o volutamente nella mia vita, mi offrono spunti interessanti di riflessione su mode, tendenze, modi di pensare che sono molto lontani dal modo di pensare di una donna. Dicevamo delle bretelle. Considerate un articolo ormai sorpassato dagli stessi amanti del look classico, sono, al contrario, in Inghilterra e in America molto amate. Vi prego, se pensate alle bretelle pensate non a quelle dozzinali che si trovano in vendita nei grandi magazzini, ma a quelle di buona qualità che hanno il pregio, così si legge sul manuale dell’eleganza maschile per eccellenza “Il Gentleman” , di mantenere sempre il pantalone nella posizione corretta e che a detta di molti slanciano la figura. No, ovviamente non dovete prendere come esempio Steve Urkel del telefilm “Otto sotto un tetto” con le sue bretelle

Steve Urkel bretelle

 

ma Michael Douglas in Wall Street di certo si. Come non farlo d’altronde? Uomo super affascinante in quel film. Merito delle bretelle anche? Non sono credibile a dirlo, figuratevi se lo scrivo:

michael-douglas bretelle

Per chi non lo sapesse, le bretelle vanno scelte in base alla linea del pantalone. Perfetto è quello americano tradizionale essendo molto in alto in vita, non adatto né il pantalone tedesco né quello italiano che richiedono piuttosto l’uso di una cintura. Il consiglio? Andare a comprarle in Inghilterra. Qui troverete quelle di Albert Thurston, la più antica casa produttrice di bretelle, che vi proporrà le bretelle tradizionali che si caratterizzano per le fibbie di ottone lucidato o le box cloth braces con i passanti in vero cuoio di capretto. Che dire? Se non avessi conosciuto un uomo con le bretelle, avrei mai potuto scrivere ora di bretelle? Come vedete, la vita sa sempre come sorprendermi 😉

Related posts