Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

48 ore a Stresa: cosa fare e cosa vedere


Sonia Rondini - 10 giugno 2018 - 0 comments

Do you know Stresa, la regina del Lago Maggiore? Neanche noi di Fashion in Town fino a qualche giorno fa. L’innamoramento è stato comunque rapido, velocissimo a dir la verità. Le numerose ville, i parchi, i giardini, il lungolago fiorito, lo spettacolo sempre cangiante delle isole Borromee, coronate di monti innevati, fanno di Stresa una delle più importanti stazioni di soggiorno lacuale. Arrivarci è semplice. In auto (A26), in aereo (Malpensa) e in treno (ferrovia internazionale del Sempione). Ciò che ti colpisce di Stresa è la proposta alberghiera. Su tutti primeggia il Regina Palace Hotel, struttura 4 stelle lusso.

Un’ambiente da favola che rimanda ad atmosfere da “Belle Epoque”. Poche parole per descrivere questo albergo inaugurato nel 1908 e realizzato dall’architetto Giovanni Pagani. L’architettura esterna e l’arredo interno sono in puro stile liberty: mobili lussuosi, lampadari di cristallo, tessuti pregiati e affreschi fanno del Regina Palace Hotel una residenza esclusiva di altissimo livello scelta nel tempo dalla regina Sofia di Grecia, dal compositore Pietro Mascagni che spesso scriveva musica nel giardino, Maria Josè del Belgio, dalla principessa Margareth d’Inghilterra, dal re Hussein di Giordania, dal re Faruk d’Egitto e dal premio Nobel per la letteratura George Bernard Shaw.

Non solo passato, ma anche illustri ospiti nel presente. Recentemente, nel settembre 2004, in occasione delle nozze di Lavinia Borromeo e John Elkann, l’Hotel ha ospitato il gotha dell’economia, della nobiltà e della politica. E ancora, in numerose altre occasioni, personaggi famosi in vari ambiti: il premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini, Alberto Tomba, Mario Cipollini, Katia Ricciarelli, Nikita Magalov, Leone Romiti, Ivana Trump, Luca Cordero di Montezemolo, Silvio Berlusconi. Insieme alle particolarità del paesaggio, il territorio offre numerosi attrazioni: il lungolago fiorito e le isole Borromee: Isola Bella (con il paesaggio seicentesco e il suo spettacolare giardino), l’Isola dei pescatori (piccola e caratteristica) e l’Isola Madre con lo strepitoso giardino botanico in cui passeggiano liberi pavoni e fagiani. Le isole sono raggiungibili in battello ovviamente.

E quando vi assale la stanchezza non dovete far altro che rigenerarvi presso l’area benessere del Regina prima di recarvi al ristorante Charleston della struttura. Gli chef dedicano una particolare cura alla preparazione dei menù che cambiano periodicamente. Che ve lo dico a fare? Lasciatevi sedurre dal lusso! Ogni ambiente dell’albergo è accuratamente pensato per avvolgere l’ospite in atmosfere rilassanti e confortevoli, all’insegna del benessere e del lusso. Nelle suites e nelle 214 stanze ogni dettaglio è studiato per sorprendere gli ospiti più esigenti: gli affreschi, i mobili d’epoca e i lampadari di cristallo originali sono affiancati dai diversi comfort che la tecnologia moderna può offrire, come le grandi vasche idromassaggio e l’accesso gratuito a un collegamento di base ad  internet. Buon relax e buona Stresa amici!

Related posts