Scroll to top
© 2018, Fashion in Town | Credits: Sacrèm Studio | All right reserved.

Fashion in Town incontra Paolo Camilli, nuova icona social del buon umore


Sonia Rondini - 27 Marzo 2020 - 0 comments

Attore, autore, creator. Si presenta così Paolo Camilli, nuova icona social del buon umore. La sua geniale ironia ci fa compagnia in questi giorni di “esilio precauzionale dal mondo” regalandoci, fortunatamente, minuti di assoluta e consapevole leggerezza.

Nessuna battuta di Paolo è fuori luogo, anzi ognuna di questa fotografa, a volte cinicamente, quanto stiamo vivendo oggigiorno tra le quattro mura di casa.

Nel web, oltre a sviluppare contenuti surreali, collabora come autore, talent e content creator con importanti nomi come Trash Italiano (il “Pamela Prati Gate”, diventato virale anche in TV), l’Euro Song Contest 2018 e “OltreSanremo”, il format web per il Festival di Sanremo 2019, targato TIM.

Conosciamolo meglio.

Nome Paolo | Cognome Camilli | Città in cui vivi? Roma | Dove sei nato? Marche | Professione? Attore | Cosa è la bellezza? Tutto ciò che si trova oltre le nostre insicurezze e le nostre paure | La bellezza è relativa o assoluta? Relativa. Perché credo che la bellezza sia anche una proiezione. Ciò che ci manca, o ciò che desideriamo, ciò che siamo o che eravamo…tutto ciò che ci sembra bello, contatta una di quelle parti! | La mania del tuo guardaroba? Ti dico solo che ho seguito tutti i suggerimenti di Marie Kondo. | L’accessorio che ti caratterizza? Non avere accessori. | La prima cosa che osservi in una persona? Viso, mani… e, quando possibile, i piedi! | 3 aggettivi per descriverti? Tenace, creativo, pipparolo mentale | Obiettivi? Non smettere di avere obiettivi. | La tua passione? il mio lavoro. | Ami viaggiare? Molto. Amo molto stare nella natura o in luoghi che semplicemente richiamano la mia attenzione… non amo le vacanze mondane. |  Dove ti piacerebbe essere? Il più possibile nel presente! | Dove ti senti a casa? Per me sono traumatici gli inizi. Passato qualche giorno mi adatto abbastanza bene ovunque. | Il tuo aforisma preferito? Pessimismo dell’intelligenza, ottimismo della volontà.

Mi sono sempre piaciuti i visionari, le persone creative che illuminano senza dover ricorrere ad effetti speciali e soprattutto chi ha a cuore i giovani talenti: “Per il futuro desidero avere anche la possibilità e i mezzi per riconoscere e aiutare i futuri giovani artisti indipendenti”. Un mecenate vecchia maniera per intenderci. E di una persona Real, Iperreal e Surreal come Paolo Camilli che investe nei giovani nel futuro in Italia ne abbiamo disperatamente bisogno…

Related posts